articolo pubblicato | articolo in abbonamento
Sottoposto a Peer review

Il potere del difensore di acquisizione diretta dei dati di traffico telefonico relativi al proprio assistito: limiti normativi e prospettive de jure condendo

Elena Andolina

Archivio Penale
© Pisa University Press 2017
Ricevuto: 15 dicembre 2017 | Accettato: 22 dicembre 2017 | Pubblicato: 24 dicembre 2017


L'intero articolo è disponibile per gli abbonati


Riassunto

La disciplina relativa all’acquisizione dei dati “esteriori” delle comunicazioni telefoniche/telematiche, contenuta nell’art. 132 del Codice Privacy, presenta tali e tanti profili di criticità da rendere quanto mai doveroso ed urgente – dopo la storica sentenza Digital Rights Ireland e Seitlinger – un intervento del legislatore. L’Autore si sofferma, in particolare, sui limiti e sulle condizioni, eccessivamente rigorose, cui sottostà l’esercizio del diritto dell’interessato di accedere in via autonoma, tramite il proprio difensore, ai dati di traffico concernenti le chiamate “in entrata”. Prospettandone il superamento, si evidenzia, in ultima analisi, come siffatto assetto normativo sia tale da compromettere irrimediabilmente l’effettiva attuazione dell’inviolabile diritto di difendersi provando, nonché del principio della tendenziale omogeneità delle armi a disposizione delle parti.  

 

The regulations relating to the acquisition of data “external” to telephonic/telematic communications, contained in article 132 of the Privacy Code, present such and so many critical elements as to render legislative intervention more than ever necessary and urgent, especially following the Digital Rights and Seitlinger historical judgment. The author dwells, in particular, on the excessively rigorous limits and conditions that underpin the exercise of the interested party’s right to access autonomously, through his or her own advocate, data regarding so-called received calls. In the perspective of overcoming this situation, the author highlights, ultimately, how this normative arrangement is such that it compromises irremediably the effective actuation of the inviolable right to defend oneself with proof, as well as the tendentious homogeneity of the arms available to the parties.


Percorso di valutazione

Peer reviewed. Certificazione della qualità


L'intero articolo è disponibile per gli abbonati