articolo pubblicato | open access
Sottoposto a Peer review

Quando l’assoluzione viene riformata in condanna: le regole minime europee su prove e regole di giudizio nelle impugnazioni penali

Gennaro Gaeta

Archivio Penale
© dell'autore 2020
Ricevuto: 10 dicembre 2020 | Accettato: 16 dicembre 2020 | Pubblicato: 17 dicembre 2020


L’intero articolo è disponibile


Riassunto

La Corte europea torna nuovamente sull’esigenza di rispettare i principi di oralità e immediatezza  quando l’imputato sia stato assolto nel corso del procedimento e detta regole stringenti in tema di rinnovazione istruttoria e di apprezzamento della credibilità dei testi per qualunque giudice chiamato a valutare la possibile riforma in condanna, anche segnalando il dovere di redigere una motivazione che dimostri il rispetto dei requisiti in questione. Con lo scritto vengono ripercorsi i contenuti principali della decisione e si segnalano i possibili ulteriori margini di adeguamento del sistema interno.


When the acquittal is reformed into conviction: the European standard on evidence and rules of judgment in criminal appeals.


The European Court point out the need to respect the principles of orality and relationship between judge and evidence when the accused has been acquitted during the trial and imposes hard rules about the appreciation of the credibility for any judge that evaluates the possibility to reform the acquittal in conviction, also describing the duty to draw up a proper motivation. The paper analyses the main content of the decision and underline where the national legal system needs to be reformed.


Percorso di valutazione

Peer reviewed. Certificazione della qualità


L’intero articolo è disponibile