articolo pubblicato | articolo in abbonamento
Sottoposto a Peer review

Riflessioni sparse sul nuovo assetto nomofilattico. Le decisioni vincolanti delle Sezioni unite al cospetto del principio del giudice soggetto solo alla legge: un confine violato o una frontiera conquistata?

Agostino De Caro

Archivio Penale
© dell'autore 2018
Ricevuto: 04 maggio 2018 | Accettato: 09 maggio 2018 | Pubblicato: 11 maggio 2018


L'intero articolo è disponibile per gli abbonati


Riassunto

La Legge 103 del 2017 ha introdotto una rigida regola che impone alla singola sezione della Corte di Cassazione di rimettere gli atti alle Sezioni unite se ritiene di disattendere un principio di diritto da queste ultime espresso.  La rigida regola nomofilattica presenta delle significative criticità in relazione ai principi della soggezione del giudice solo alla legge, dell’indipendenza della magistratura e dell’imparzialità. Essa, inoltre, finisce per attribuire una forza vincolante al precedente, la cui latitudine deve, però, confrontarsi col principio di legalità e con il sistema delle fonti. La sintetica analisi, fonda su considerazioni critiche che mettono in guardia su un doppio rischio: da un lato, la possibile influenza negativa che una rigida gerarchia nomofilattica può avere sulla naturale forza innovativa della giurisprudenza di legittimità; dall’altra, l’attribuzione di un valore pari alla legge alle decisioni di una (sola) parte della giurisprudenza.

 

Law no 103/2017 provides a strict rule: every Chamber of the Italian Supreme Court has to refer to the Joined Chambers in case her judgement could disregard a previous verdict which has been released by the mentioned Joined Chambers.

This rule has a critical impact on the main principle on which our system is based: the judge, every judge, must be undertaken solely to the law, due to his independence and neutrality; gives a new relevance to the precedent even if it must be compared two important principles: legality and the hierarchy of sources.

The related risk is double: on one side, the relationship between hierarchy and innovation given by Supreme Court, on the other side equalization of a single jurisdictional verdict to the law as released according the constitutional provisions.


Percorso di valutazione

Peer reviewed. Certificazione della qualità


L'intero articolo è disponibile per gli abbonati