articolo pubblicato | articolo in abbonamento
Sottoposto a Peer review

Troppi ma ineffettivi controlli sulla durata delle indagini preliminari nel codice riformato

Fabio Cassibba

Archivio Penale
© dell'autore 2018
Ricevuto: 17 maggio 2018 | Accettato: 24 maggio 2018 | Pubblicato: 30 maggio 2018


L'intero articolo è disponibile per gli abbonati


Riassunto

La l. n. 103 del 2017 introduce una serie d’innovazioni in tema di tempi delle indagini preliminari, accomunate dall’intento di assicurarne la ragionevole durata. In realtà, la novella svela un disegno di stampo propagandistico e non è idonea a centrare l’obiettivo; al contrario, introduce profili di complicazione nella fase conclusiva delle indagini, senza risolvere la questione centrale della mancanza di un effettivo controllo sulla tempestività dell’iscrizione della notizia di reato.  

 

The reform Bill, 2017, number 103, introduces some innovations about the length of the preliminary investigations, with the aim to ensure the “speedy trial”. Indeed, the Bill reveals a propaganda intent and it is unfit to hit the target. Conversely, the Bill makes more complicated the conclusive phase of the preliminary investigations, without solving the real question about the lack of an effective control on the timeliness of the notitia criminis record.          


Percorso di valutazione

Peer reviewed. Certificazione della qualità


L'intero articolo è disponibile per gli abbonati