articolo pubblicato | open access
Sottoposto a Peer review

Una declinazione esemplare della legalità europea in prospettiva intertemporale

Gennaro Gaeta

Archivio Penale
© dell'autore 2019
Ricevuto: 11 aprile 2019 | Accettato: 15 aprile 2019 | Pubblicato: 16 aprile 2019


L’intero articolo è disponibile


Riassunto

La nota a sentenza commenta l’ulteriore adeguamento, imposto dalle Sezioni unite, del giudizio di appello alle condizioni di legittimità formulate dalla Corte di Strasburgo, per il caso in cui la riforma del verdetto assolutorio comporti una rivalutazione della deposizione del consulente tecnico o del perito. Dopo aver ripercorso le coordinate fondamentali del panorama di decisioni della Corte di Cassazione che hanno provocato il conflitto, l’Autore si sofferma sulla problematica compatibilità europea dell’argomentazione seguita in questo caso dai Giudici della legittimità, anche prestando attenzione alle considerazioni di diritto intertemporale grazie alle quali la pronuncia deroga al principio tempus regit actum.


An exemplary interpretation of European legality in intertemporal perspective


The paper commented on the further adaptation, imposed by the Grand Chamber of the Court of Cassation, of the appeal judgment to the conditions of legitimacy formulated by the Strasbourg Court, for the case in which the reform of the acquittal verdict involves a revaluation of the technical consultant or expert’s deposition. After having described the fundamental coordinates of the panorama of the Court of Cassation’s decisions that provoked the conflict, the Author focuses on the problematic European compatibility of the argumentation followed in this case by the Judges of legitimacy, also paying attention to the considerations of intertemporal law thanks to which the pronunciation derogates from the principle "tempus regit actum".


Percorso di valutazione

Peer reviewed. Certificazione della qualità


L’intero articolo è disponibile